Le polizze moto temporanee

Chiunque utilizzi una moto conosce bene quale sia il livello di libertà che ci assicura un mezzo a due ruote ma sa anche che, molto spesso, questa libertà viene in qualche modo limitata da fattori atmosferici come il freddo invernale, la pioggia o la neve che rendono complicato spostarsi su un mezzo non cabinato.

Ecco perché il primo modo per risparmiare sul costo dell’assicurazione è quello di andare scegliere una polizza assicurativa moto perfettamente ritagliata sul periodo di utilizzo del mezzo stesso. Sul mercato, per fortuna, non esistono solo le classiche polizze annuali ma anche quelle semestrali, temporanee, le sospendibili e quelle a consumo.

Ricordatevi sempre di chiedere un preventivo per una polizza moto qualche settimana prima che scada quella attiva o comunque in anticipo rispetto a quando intendete usare il mezzo. Per quanto riguarda invece la durata della polizza dovete cercare di prevedere quale sarà il periodo massimo di tempo all’interno del quale prevedete di usare il veicolo.

Se per esempio vi interessa una copertura a cavallo tra la fine della primavera e l’inizio dell’autunno, la soluzione migliore è una polizza moto semestrale. Una annuale può andar bene a condizione che si tratti di una polizza moto sospendibile, la cui efficacia viene momentaneamente “interrotta” nei periodi in cui il mezzo rimane fermo in garage.

Assicurazioni moto temporanee e sospendibili

Polizza Moto
Voto
Calcola i Preventivi
Logo Genertel
Voto assicurazione 4
 Logo Direct line
Voto assicurazione 4
 Logo Conte
Voto assicurazione 4

Le polizze moto sospendibili

A proposito delle polizze moto sospendibili c’è un punto molto importante su cui bisogna fare attenzione che è il numero di volte in cui la copertura può essere sospesa; ci sono infatti alcune compagnie che consentono di bloccarle solo per un numero limitato di volte e quindi è bene informarsi preventivamente su queste condizioni.

Per chi prevede di utilizzare la moto per un periodo di tempo limitato e circoscritto, ad esempio le classiche tre settimane di ferie durante l’estate, la soluzione migliore è una polizza moto temporanea, con una durata in linea con quella delle nostre vacanze.

Le polizze temporanee vengono usate anche da chi prevede di usare la propria moto solo per pochi giorni, magari per spostarla da un garage all’altro o per portarla in un centro di riparazione.

Le polizze moto a consumo

Un’ultima tipologia da valutare è la polizza moto a consumo. Il meccanismo è molto semplice: all’inizio del periodo di copertura si paga un premio fisso alla compagnia, un premio che è poi destinato a salire in base al numero di giorni effettivi di utilizzo o in base ai chilometri percorsi.