Le polizze per ciclomotori e scooter

L’Rc moto è una polizza assicurativa obbligatoria per moto e ciclomotori il cui pagamento coinvolge ogni anno milioni di italiani. Il meccanismo che regola le polizze per ciclomotori è molto simile a quello più noto della polizza RC Auto. Oltre alla suddetta obbligatorietà (prima caratteristica comune), una polizza ciclomotore condivide con l’RC Auto anche il meccanismo del bonus malus, ovvero la variazione del prezzo annuo da corrispondere alla compagnia (premio assicurativo) in base al numero di sinistri provocati con colpa totale o parziale.

Chi non provoca sinistri vede abbassarsi di anno in anno la classe di rischio e di conseguenza anche il costo “dovrebbe” abbassarsi. In questi casi il condizionale è d’obbligo perché non sempre ad un abbassamento del rischio corrisponde un abbassamento del costo del premio.

Le opzioni addizionali delle polizze scooter

Fin qui abbiamo visto quella che è la copertura di base delle polizze per ciclomotori e scooter, copertura che serve a proteggere finanziariamente l’assicurato dai rischi derivanti dalla sua circolazione a bordo del mezzo e dall’eventualità di arrecare danni a persone o cose. Una polizza scooter prevede normalmente un massimale minimo di 500 mila euro per i danni alle cose e di   2 milioni e 500 mila euro per i danni alle persone.

Ci sono poi delle coperture accessorie con cui è possibile arricchire le polizze per scooter e ciclomotori. Anche queste coperture opzionali sono simili a quelle presenti nel Rc auto; c’è infatti la polizza Kasko che protegge dai danni arrecati dal conducente al suo stesso veicolo, l’incendio e furto, la polizza cristalli, e la protezione contro gli agenti atmosferici ed i danni vandalici. Infine esistono polizze addizionali al Rc moto che riguardano il guidatore come l’assistenza legale e l’assicurazione su eventuali infortuni in cui è lo stesso guidatore ad avere la peggio.

Le migliori polizze ciclomotore e scooter

Polizza Moto
Voto
Calcola i Preventivi
Logo Genertel
Voto assicurazione 5
 Logo Conte
Voto assicurazione 4

Come risparmiare sull’assicurazione per ciclomotori e motorini

Che si stia analizzando una Rc moto o piuttosto una polizza per un motorino, salta subito all’occhio il fatto che l’attuale composizione del mercato assicurativo italiano ci pone di fronte a differenze di costo davvero inspiegabili per lo stesso ed identico prodotto. Non bisogna quindi sorprendersi scoprendo che la compagnia A valuterà ad esempio in 300 euro annui il premio assicurativo di base da corrispondere, mentre una compagnia B ce ne chiederà 600 non offrendoci nulla di più.

Questo ci fa capire quale sia l’importanza del preventivo su una polizza moto, soprattutto quando il nostro obiettivo primario è il risparmio. Il preventivo è “la chiave della nostra conoscenza” in questo comparto, e maggiore sarà il numero di preventivi che siamo in grado di calcolare prima della stipula della polizza, minore sarà il costo che andremo a pagare.

Come richiedere i preventivi per le polizze scooter

I preventivi si possono richiedere alle compagnie in vari modi; in passato bisognava per forza recarsi presso un’agenzia per averne uno mentre oggi molte compagnie sono disponibili a fornirli anche telefonicamente o via internet. Durante il calcolo del preventivo per le assicurazioni per ciclomotori viene solitamente richiesto di fornire alcuni dati che servono a determinare il coefficiente di rischio del prodotto e quindi il suo costo. Ovviamente ci viene richiesto di inserire i dati relativi al veicolo, insieme ad alcune informazioni anagrafiche ed il cursus storico dell’assicurato negli ultimi anni, ovvero il certificato di rischio. Una volta ottenuto un preventivo lo possiamo utilizzare per acquistare la polizza ciclomotore esattamente allo stesso prezzo in esso indicato, ovviamente a patto che il suddetto preventivo sia stato calcolato correttamente.

Infine un consiglio: se si vuole racimolare il maggior numero di preventivi per Rc moto, piuttosto che contattare una per una le compagnie assicurative, conviene utilizzare i  comparatori online, siti web che fanno il calcolo al posto nostro ma soprattutto lo fanno molto più velocemente visto che i dati vanno inseriti una volta sola.