Proteggere l’immobile con una polizza terremoto

Negli occhi di tutti noi italiani sono ancora vivide le immagini di danni e macerie che hanno fatto seguito ai grandi terremoti che si sono abbattuti sulla nostra penisola negli ultimi decenni, quali quello dell’Aquila o quello dell’Umbria.

Immagini che inevitabilmente creano un livello di empatia con chi si ritrova a vivere situazioni così drammatiche in cui si fa tangibile la sensazione di aver perso tutto. Ma se contro i terremoti non è possibile far nulla qualcosa si può fare per mettersi a riparo dai rischi patrimoniali che questi eventi possono causare ad una famiglia tipo. Come? Attraverso la stipula di una polizza casa terremoto.

L’obiettivo di una polizza abitazione di questo tipo è quello di fornire un supporto economico “immediato” (questa è una caratteristica fondamentale per polizze di assistenza) nel caso in cui un grave sisma provochi danni parziali o totali alla nostra abitazione.

Le diverse tipologie di polizze terremoto

Le formule secondo cui questo supporto si può sviluppare sono varie. In molti casi in fase di stipula di un’assicurazione terremoto si definisce un ammontare massimo del rimborso che la compagnia assicuratrice dovrà risarcire al cliente nel caso un sisma distrugga in toto o in parte l’abitazione assicurata.

All’interno della stessa polizza terremoto possono poi essere integrate coperture economiche addizionali come quelle che rimborsano le eventuali spese di demolizione, spostamento e smaltimento delle macerie, le spese per pernotto in albergo ed anche le spese sanitarie conseguenti ad infortuni che il sisma, ed i crolli ad esso connessi, possono aver arrecato alle persone presenti nell’immobile.

In alcuni casi può essere richiesto di associare alla copertura prima definita anche una polizza incendio e scoppio mutuo. Questa eventualità, come dice la parola stessa, si concretizza nel caso in cui la banca obblighi chi richiede ed ottiene un mutuo, ad assicurare l’immobile per tutta la durata della restituzione del prestito.

Polizze casa per il terremoto: confronto on line

Polizza Casa
Voto
Calcola i Preventivi
Logo Genertel
Voto assicurazione 5
Logo allianz
Voto assicurazione 5

Come risparmiare?

Se quindi siete convinti ed intenzionati ad acquistare una polizza terremoto per la casa non vi resta che procedere alla richiesta di un preventivo. Per una polizza casa il preventivo richiesto può variare anche del 30% tra una compagnia e l’altra, per cui, se non sussiste nessun obbligo di sottoscrivere la polizza con una compagnia in particolare, è buona norma richiedere il maggior numero possibile di preventivi.

È chiaro che si tratta di un processo lungo e farraginoso se questo implica il doversi recare presso le agenzie di ogni singola compagnia assicuratrice. Tuttavia un rimedio più veloce c’è ed è rappresentato dalle polizze casa online.

Perché stipulare una polizza terremoto online?

Le compagnie che forniscono questo tipo di prodotti permettono infatti di calcolare il preventivo via internet e quindi comodamente da casa.

Per calcolare il preventivo di una polizza assicurativa terremoto bisognerà inserire in un form web alcune informazioni relative al nostro stato anagrafico ed altre invece relative all’immobile, alla sua collocazione, il suo stato, la sua composizione, nonché altri dati relativi anche ai sistemi di sicurezza con cui lo proteggiamo (es. allarme, salvavita, sistema di prevenzione degli incendi etc). Inserendo queste dati, ed in meno di 20 minuti, sapremo quanto possiamo spendere ed il tipo di copertura a cui abbiamo diritto, e saremo così messi in condizione di decidere se procedere con l’acquisto oppure no.