Confrontare le polizze auto online: il miglior modo per risparmiare

Spesso, prima di stipulare la propria polizza auto, non si riesce a fare un giro tra le diverse agenzie per confrontare i prezzi e cercare la soluzione più adatta alle proprie esigenze, e si finisce per rinnovare la solita assicurazione (che magari non è affatto conveniente) o per accettare a scatola chiusa le condizioni che vengono proposte, senza interrogarsi sulle eventuali possibilità a disposizione.

Da qualche anno a questa parte, però, è possibile confrontare in pochissimi minuti decine di polizze assicurative per i veicoli: basta avere un computer e una connessione internet, con la quale collegarsi a uno dei tantissimi portali online, come il nostro, che permettono di mettere le polizze auto a confronto gratuitamente.

Le migliori assicurazioni auto a confronto

Polizza Auto
Voto
Calcola i Preventivi
Logo Genialloyd
(Promo On Line)
Voto assicurazione 5
Logo Genertel
Voto assicurazione 5
 Logo Direct line
Voto assicurazione 4
 Logo Conte
Voto assicurazione 4
 Logo Zurich
Voto assicurazione 4
 Logo Axa
Voto assicurazione 4

Quali dati ci servono per il confronto?

Per effettuare il confronto delle polizze auto on line servono alcune informazioni relative al veicolo e al suo proprietario; per questa ragione conviene avere a portata di mano:

  • i dati relativi all’intestatario della polizza;
  • il veicolo che si intende assicurare (tipo, targa, cilindrata e data di immatricolazione);
  • i propri dati assicurativi (se si tratta di un rinnovo, e non di una prima assicurazione).

In questo modo sarà possibile risparmiare tempo e denaro: niente più “pellegrinaggi” da un’agenzia all’altra nel tentativo di trovare la polizza perfetta per le proprie esigenze e, soprattutto, grazie alla comparazione delle polizze auto online, si avrà la sicurezza di aver scelto la compagnia che offre la soluzione più adatta al proprio budget e alle proprie caratteristiche.

Scegliere la polizza online più conveniente per assicurare la propria auto è un gioco da ragazzi. Innanzitutto, il consiglio da seguire è confrontare ogni anno le caratteristiche delle polizze offerte dalle diverse compagnie: dal momento che le tariffe dei premi assicurativi cambiano continuamente, sarebbe poco vantaggioso scegliere una polizza e poi conservarla per tutto il resto della vita del veicolo. È vero che non esiste l’assicurazione perfetta, ma esiste la polizza fatta apposta per le proprie esigenze: basta non impigrirsi e continuare a cercare, confrontando online le diverse offerte delle compagnie di assicurazione.

Come dicevamo, per confrontare le diverse polizze assicurative online c’è bisogno di tenere a portata di mano alcuni dati relativi al veicolo da assicurare e al suo proprietario (oltre a tutti coloro che hanno accesso al veicolo). In particolare, bisogna fare attenzione ad inserire i dati relativi al numero di targa del veicolo, alla classe di merito (al momento della richiesta del preventivo bisogna indicare quella universale) e al numero di eventuali incidenti in cui si è stati coinvolti negli ultimi 5 anni: una volta indicati questi dati correttamente, il confronto tra le polizze sarà sicuramente più veloce e più accurato.

La classe di merito

Il decreto Bersani, qualche anno fa, ha introdotto una modifica essenziale per coloro che devono assicurare un nuovo veicolo e hanno la possibilità di beneficiare di una classe di merito inferiore a quella iniziale, beneficiando di una rata molto più vantaggiosa ed economica. Praticamente, quando un componente della famiglia acquista un’automobile nuova o usata, può assicurarla usufruendo della stessa classe di merito di un’automobile di proprietà di uno dei suoi familiari conviventi: ad esempio, se una coppia di sposi decide di acquistare una seconda vettura, sarà possibile “entrare” nella stessa classe di merito della prima, già di proprietà della famiglia.

Conviene includere le garanzie accessorie?

Nel momento della richiesta di un preventivo per polizza auto, conviene prendere in considerazione attentamente l’aggiunta di garanzie accessorie: è vero che fanno lievitare il premio assicurativo, ma allo stesso tempo estendono la copertura assicurativa e permettono a colui che le ha inserite nel contratto di assicurazione di evitare alcuni spese indesiderate che potrebbero essere fin troppo esose, soprattutto in caso di incidenti con vittime e feriti gravi. Tra le garanzie accessorie da prendere in considerazione ci sono quella che tutela dagli infortuno anche il conducente del veicolo e l’assistenza stradale in caso di incidente o di guasto.